Le parole sono importanti: significato di Zugzwang

Commenti disabilitati su Le parole sono importanti: significato di Zugzwang Le parole sono importanti

Con la parola di oggi ci muoviamo nell’internazionalità dello sport: parliamo di zugzwang.

Zugzwang è un sostantivo tedesco composto da due vocaboli: “Zug”, letteralmente “treno”, ma più in generale “mossa”, e “Zwang”, “costrizione”. Si tratta di un termine appartenente al gergo tecnico degli scacchi.

Nel corso di una partita a scacchi si definisce “Zugzwang” quel momento in cui uno dei due giocatori è “costretto a muovere”: la sua posizione di gioco risulta efficace ma il dover obbligatoriamente effettuare una qualsiasi mossa – negli scacchi non è possibile “passare” – indebolisce detta posizione in maniera irreparabile.*

*( zugzwang.gif per un esempio visivo della situazione in questione.)

L’esempio classico è riportato nell’immagine: in pratica il primo che muove perde. I pedoni sono bloccati l’uno contro l’altro, pertanto solo i re hanno facoltà di movimento. Ma per entrambi i re muoversi significa allontanarsi dal pedone che stanno difendendo, il quale viene così consegnato alle amorevoli cure dell’avversario: viene cioè “mangiato” o “preso”. Le uniche caselle che ciascuno dei due re potrebbe occupare per continuare a difendere il proprio pedone sono controllate dal pedone dell’avversario (il pedone nero controlla la casella e4, quello bianco la casella c5), dunque i re non possono raggiungerle poiché risulterebbero “sotto scacco”. Sic stantibus rebus, il primo che muove risulta essere in Zugzwang, poiché deve per forza di cose cedere il proprio pedone al nemico. A questo punto, in uno scontro “re” VS “re e pedone” il giocatore in possesso del pedone vince inevitabilmente, poiché fa avanzare quest’ultimo fino all’altro capo della scacchiera ottenendo così la “promozione a Donna”.

Statisticamente lo Zugzwang è raro nelle fasi iniziali e centrali della partita, molto più frequente invece in prossimità della conclusione del match, poiché la scarsa numerosità degli elementi ancora presenti sulla scacchiera rende ciascuno di essi fondamentale nella posizione in cui si trova; essere costretti a spostarne anche uno solo risulta perciò decisivo per l’esito dello scontro.

Chi l’avrebbe mai detto che a volte conviene scappare dal momento in cui tocca a noi? Provate a dirlo ad alta voce: «ZUGZWANG!»
Sentirete come la vostra mandibola è costretta a muoversi.

it’s too hot to train
wandtattoo kinderzimmerThe 5 Biggest Mistakes Women Like Me

Comments are closed.

Powered by WordPress Popup