Chi vincerà gli Oscar (e chi dovrebbe)

Comments (0) Critica, I Cinemaniaci

Vincitori Oscar 2016

Vincitori Oscar 2016

Tra mille pronostici, alcuni scontati, altri meno, ci si avvicina alla serata di premiazione degli Oscar 2016. Di seguito andiamo ad analizzare i candidati delle principali categorie:

Miglior film:

Viste le difficoltà produttive che ne hanno caratterizzato la produzione, il “Revenant” di Inarritu è il candidato più papabile ad alzare la statuetta, anche se sono da tenere d’occhio “Room” ed “Il caso Spotligh”.

Miglior regia:

Anche in questa categoria potrebbe avere la meglio per il secondo anno consecutivo Inarritu, anche se George Miller con il suo “Mad max: Fury Road” potrebbe strappargli l’ambito premio.

Miglior attore protagonista:

Il 2016 dovrebbe essere l’anno di Di Caprio, anche se qui la situazione è più complessa: Bryan Cranston – che secondo noi è il più meritevole assieme all’inspiegabilmente assente Samuel L. Jackson – e Michael Fassbender hanno entrambi un’interpretazione obbiettivamente di gran lunga migliore di Di Caprio; da non sottovalutare la prova furba e più adatta ai gusti dell’Academy di Redmayne, anche se sarà difficile che si ripeta per il secondo anno di fila.

Miglior attrice protagonista:

Ci sarebbe poco da fare nel confronto con la maestosità di Cate Blanchett, senza dubbio la migliore in categoria, anche se Brie Larson potrebbe essere premiata in assenza di altri premi per “Room” e c’è da prestare attenzione alla Saoirse Roan di “Brooklyn”.

Miglior attore non protagonista:

Le interpretazioni di Bale, Ruffalo e Hardy – quest’ultimo superiore persino al compagno di scena Di Caprio – sono di altissimo livello, anche se con ogni probabilità il premio sarà dato a Stallone più come omaggio alla carriera che per l’interpretazione in sé.

Miglior attrice non protagonista:

Anche qui le interpretazioni di alto livello sono tre: Jannifer Jason Leigh, Rooney Mara e Kate Winslet fanno un lavoro eccezionale. A parità di bravura speriamo che il premio vada alla Leigh se non altro per premiare lo snobbato “The Hateful eight”.

Miglior sceneggiatura originale:

Tra le candidate “Inside out” appare la favorita – specie nel caso la miglior animazione vada ad “Anomalisa” – anche se è da tener d’occhio “Ex machina”. Ovviamente anche qui il grande assente, che avrebbe meritato il premio ad occhi chiusi, è Quentin Tarantino.

Miglior fotografia:

Senza dubbio il lavoro di Lubezki in “Revenant” è eccezionale e con ogni probabilità verrà premiato, anche se ci teniamo a sottolineare la grande fotografia di “The Hateful Eight” che utilizza il formato 70mm ultra-panavision in maniera totalmente innovativa.

Miglior colonna sonora:

A prescindere dalla retorica patriottica, la colonna sonora firmata da Ennio Morricone non ha eguali nemmeno tra i film degli ultimi dieci anni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Powered by WordPress Popup