Sentimento del tempo e dello spazio: fotografie di Paolo Serra

Comments (2) Fotografia, Sala Lettura

Ciò che sorprende della fotografia di Paolo Serra è l’istinto tramite il quale, in uno scatto fisiologico quanto meccanico, rapace e vorace, l’otturatore si chiuda nel momento esatto in cui una geometria così appagante per l’occhio riesce a congelare e incorniciare momenti poetici diegeticamente completi. Sembra quasi come se – nel flusso continuo, magmatico e caotico della realtà – una visione sibillina, un’elaborazione a posteriori, abbia il potere di comprimere situazioni e svolgimenti lunghi e complessi in uno choc – tremendo, rivelatorio – come di storia congelata.

Andrea Gatopoulos

https://www.facebook.com/PhotoSerra

1

2

4

5

3

2 Responses to Sentimento del tempo e dello spazio: fotografie di Paolo Serra

  1. Ida scrive:

    Che Artista!Fa godere di momenti magici che non tutti riescono a cogliere nella frenesia della vita quotidiana.

  2. Paolo scrive:

    Ti ringrazio Ida.
    La fotografia è un linguaggio, come tutte le forme di comunicazione se è
    efficace diviene un’esigenza, così come parlare, mangiare o respirare.
    Buona giornata e grazie ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Powered by WordPress Popup