Quando t’attardi

Comments (2) Poesia, Sala Lettura

 

 

Quando t’attardi,
quando s’attarda la notte
poso le mani su di te,

quando neanch’io mi guardo più
ascolto le tue scale,
mentre Io ha già preso quelle del sogno.
siamo solo me e te.

ciò che realmente si ama, mai si ama con esercizio.

quando t’attardi
quando a rilento muovi te
quando sei e donna e pietra
e cetra eccetera, eccetera,

e c’è tra noi
quella cosa che
chiamala come vuoi

ciò che realmente si ama, sempre si ama con esercizio.

The Stella is available in black leather or espresso
valentino flats70s Soul Music Sounds and Culture

2 Responses to Quando t’attardi

  1. ops scrive:

    vi prego smettetela di pubblicare scrausi poetici. su us, don’t work, us su, u ss, u nazismo. OSS!

    • Antonio Romagnoli scrive:

      Caro noiser@hotmail.it
      fare commenti buttati lì tutti con nomi diversi è una cosa che balla tra il ridicolo e una grave forma di nevrosi (non volevo dirtelo ma vediamo che sei sempre la stessa persona). Un intervento costruttivo (e costruito) sarebbe invece ben accetto

      Saluti

Powered by WordPress Popup