Lo spirito e l’abbandono

Lo spirito e l’abbandono

Mostra di fotografie di Andrea Gatopoulos

Il racconto

A marzo 2016 sono partito con alcuni compagni ed amici per un viaggio fotografico in Abruzzo, durante il quale ho potuto riscoprire un paesaggio dimenticato, eredità della precedente cultura contadina. Poco alla volta, ascoltando e leggendo le tracce sul panorama della nostra terra, è venuto fuori un percorso alla riscoperta di questi echi lontani della civiltà precedente all’industrializzazione: quella dei nostri avi prima della guerra e dei grandi terremoti che hanno distrutto il nostro territorio. Le foto raccontano una civiltà ancora a contatto con la natura, che viveva di economie di sussistenza, una civiltà il quale sapere era legato alla vita e al quotidiano. Dopo aver compreso ed interiorizzato queste tracce, ho deciso di farne un progetto fotografico e di metterlo in mostra.

La mostra

“Lo spirito e l’abbandono” è una mostra fotografica: racconta l’Abruzzo abbandonato, quello della vecchia civiltà contadina che viveva a cavallo con il ventesimo secolo. Lo fa raccontando due sentimenti: il sentimento dell’abbandono – sensazione della fine delle cose – e il sentimento dello spirito – la ricerca dell’eterno – . Un percorso che va dalla terra al cielo, alla riscoperta di un eco, della memoria dell’antico contatto con una natura selvaggia e incontaminata, con un cristianesimo che assomiglia al paganesimo dei riti misterici, attraverso una serie di fotografie in giro per i paesi e le terre abbandonate d’Abruzzo.

Dodici fotografie si succederanno in una sorta di Via Mariana, di pellegrinaggio sacro alla riscoperta della memoria dell’antico popolo abruzzese: ad esse saranno affiancate scatti più piccoli, dettagli, didascalie e piccoli sentieri che sviano dal percorso maggiore. Alla fine della mostra, un’installazione rievocherà l’oblio di certe fisionomie, certi volti e tratti della nostra vecchia famiglia.

Dove, quando, come!

La mostra si svolgerà il 24, 25 e 26 Giugno al Museo delle Genti d’Abruzzo, in Via delle Caserme, a Pescara, nell’antica location delle Prigioni Borboniche.

L’invito alla mostra può essere ottenuto partecipando alla raccolta fondi su https://www.indiegogo.com/projects/lo-spirito-e-l-abbandono#/

La raccolta

Per sostenere le spese di stampa, allestimento, affitto dei locali e materiale grafico ho bisogno dell’aiuto di chi vorrà visitare e partecipare all’evento. Ma la raccolta fondi non sarà gratuita: ad ogni investimento corrisponderà un’adeguata ricompensa.
Potrete ricevere l’invito alla mostra, avere in visione privata il mio film o la raccolta di poesie e racconti del Varco, avere il catalogo e le foto della mostra da riportare a casa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Powered by WordPress Popup